Napoli, 29 febbraio 2016 Prot. 43

Al Commissario Straordinario AOU/SUN

e p.c. Al Magnifico Rettore della SUN

LORO SEDI

Oggetto: Delibera del Commissario straordinario n. 170/C.S. del 24/02/2016.

Ancora una volta, nostro malgrado, dobbiamo evidenziare che i provvedimenti assunti dalla S.V.I. certificano un andamento dell’azione amministrativa quanto meno non pienamente informato alla vigente disciplina in tema di relazioni sindacali. Ci riferiamo, in particolare, alla delibera adottata dalla S.V.I. il 24 u.s., rubricata al n. 170/C.S., con cui si è ritenuto di procedere alla “separazione delle funzioni e responsabilità tra Organo di Indirizzo e Dirigenza di Struttura”. Tale iniziativa non può, ovviamente, lasciarci indifferenti atteso che incide significativamente sull’organizzazione del lavoro, materia che, certamente non Le sfugge, è ancora attratta alla competenza delle OO.SS. Riteniamo, altresì, che l’adozione di tale delibera sia assolutamente improvvida in quanto si inserisce, prepotentemente, in una fase particolarmente delicata per l’Azienda e l’Università per le note vicende di cui ci stiamo occupando in questi giorni. È un atto, quindi, che si traduce in un inutile appesantimento della macchina amministrativa e che disorienta ancor più i destinatari coinvolti. Nel merito del provvedimento, poi, osserviamo lacune ed incongruenze originate, verosimilmente, dell’adattamento forzato di uno strumento che, in tutta franchezza, sembra riferibile più ad altre realtà sanitarie che alla nostra: nella premessa del provvedimento, vi è un richiamo assolutamente parziale al quadro normativo vigente, certamente non esaustivo della peculiare disciplina normativa caratterizzante l’Azienda Ospedaliera Universitaria; nel dispositivo del provvedimento, non vi è traccia alcuna di uffici che, se pur non “ordinati” direttamente all’Azienda, con il relativo personale prendono parte al processo produttivo di quest’ultima (pertanto, risulta poco comprensibile, per quanto difficile da disciplinare, una loro esclusione dalla mappatura dei processi); nelle disposizioni allegate al provvedimento, vengono ripetutamente richiamate – nella rappresentazione teorica dell’iter procedimentale – talune figure (Direttore Generale, Direttore amministrativo,….) non rinvenibili nella realtà commissariale che ci caratterizza. Ferme le considerazioni svolte, pur apprezzando il tentativo promosso dalla S.V.I. – finalizzato ad assumere decisioni che consentono di approdare al superamento della tesi dei c.d. “poteri limitati della figura del Commissario” – riteniamo legittimo e doveroso formulare l’espresso invito a sospendere gli effetti tutti della richiamata delibera e convocare le OO.SS., quanto prima, così come previsto dalle vigenti disposizioni normative, onde discutere nel merito.

La Segreteria Provinciale

Questo sito utilizza i cookie (files di testo) per esclusivi motivi tecnici e di navigazione. L'utente potrà disabilitarli attraverso il proprio browser. Chiudendo questo messaggio si autorizza quanto sopra.