cislnazionale

INFORMATIVA CONTRATTAZIONE DI ATENEO CHIUSO CONTRATTO INTEGRATIVO 2016

APPROVATO REGOLAMENTO "PROGETTI ESTERNI"

In data odierna, 7 dicembre, si è tenuto presso la Ripartizione del Personale dell'ex Seconda Università degli Studi di Napoli, oggi Università degli Studi della Campania "Luigi Vanvitelli", il programmato incontro di contrattazione decentrata per definire il Contratto Integrativo di Ateneo relativo all'anno 2016 e per discutere il regolamento per la disciplina dei c.d. "progetti esterni" anche al fine di individuare la norma transitoria per consentire finalmente lo sblocco delle liquidazioni dovute al personale docente e tecnico amministrativo per le attività svolte in forza di autorizzazione ottenuta nel corso degli anni pregressi.

Per quanto concerne il Contratto Integrativo di Ateneo 2016 sono state necessarie circa cinque ore di trattativa, in cui si sono registrati anche momenti di forte tensione e dibattito, per pervenire alla sottoscrizione di un accordo che, in linea a quello 2015, possiamo ritenere soddisfacente anche per le novità introdotte. In sostanza il Fondo da regolare ammontava a circa €. 1.261.000,00 oltre oneri a carico Ente che sono stati così distribuiti:

Tipologia indennità Anno 2016
Progressioni economiche orizzontali €33.000,00 l.
Indennità Accessoria Mensile €715.200,00 l.
Indennità di responsabilità €297.299,94 l.
Indennità di disagio e rischio e di responsabilità dei referenti €61.640,00 l.
Compensi diretti ad incentivare la performance €109.469,41 l.
Compensi ex art. 92 del D.lgs. 163/2006 s.m.i. €44.875,18 l.
Totale €1.261.484,53 l.

Progressioni economiche

In una prima ipotesi di lavoro, tenuto conto della ristrettezza dei tempi per portare a compimento le procedure entro il 31.12.2016, le PEO 2016 erano state stralciate dall'accordo, ma a seguito di intesa con l'Ateneo sono state reinserite almeno al fine di consentire l'emissione del bando contingentando la platea dei possibili partecipanti (poche decine di unità). Dobbiamo sottolineare che a tal riguardo la CISL Università, unitamente a CISAL, FLC-CGIL e Snals nonché alla maggioranza degli RSU presenti hanno manifestato la necessità di sanare una significativa sperequazione allo stato esistente, in Campania, solo nel nostro Ateneo consentendo la partecipazione alle PEO 2016 anche del restante personale universitario equiparato ex art.31 DPR 761/79 alla Dirigenza del SSN che non effettua progressioni orizzontali da oltre 15 anni pur avendone pieno diritto. La chiusura della delegazione di parte pubblica su tale argomento ci ha costretti, a tutela degli interessati, a rilasciare apposita dichiarazione di parte acclusa al CCI attraverso la quale il personale tutto potrà conoscere la posizione della CISL Università a tal riguardo.

Indennità accessoria mensile

Per il personale delle categorie B-C-D non inserito nelle attività assistenziali dell'AOU è confermata l'erogazione dell’indennità mensile accessoria finalizzata a promuovere un miglioramento dei livelli di efficienza e di efficacia dell’Amministrazione e della qualità dei servizi, nonché a incentivare la continuità lavorativa e l’effettività della prestazione. Per tale indennità accessoria mensile è destinata una somma complessiva del Fondo pari a €. 715.200.00 l. oltre oneri a carico ente, per consentire la corresponsione di un importo individuale di €. 1.200,00 a.l., corrisposti mensilmente da quest'anno e per le annualità successive.

Indennità di responsabilità

Anche per il 2016 è confermata complessivamente la somma di €297.299,94 l., per corrispondere le indennità di posizione organizzativa attivate dall'Ateneo nella seguente misura:

Responsabile di Ufficio, personale con funzioni di SAD

Totale indennità da €1.500 a.l. ad €2.000,00 a.l. di cui 2/3 fissi ed 1/3 corrisposto in base alla valutazione 

Responsabile di Ufficio di Biblioteca

Totale indennità da €1.200 a.l. ad €1.600,00 a.l. di cui 2/3 fissi ed 1/3 corrisposto in base alla valutazione

Responsabile di Ufficio, personale con funzioni di SAD, titolare di posizione organizzativa A.O.U. e/o inquadrato nel ruolo della dirigenza amministrativa A.O.U.

Totale indennità da €1.100,00 a.l. ad €1.300,00 a.l. di cui 2/3 fissi ed 1/3 corrisposto in base alla valutazione

Coordinatore di due o più uffici

Totale indennità da €1.800 a.l. ad €2.600,00 a.l. di cui 2/3 fissi ed 1/3 corrisposto in base alla valutazione

Coordinatore di due o più uffici titolare di posizione organizzativa A.O.U. e/o inquadrato nel ruolo della dirigenza amministrativa A.O.U.

Totale indennità da €1.300 a.l. ad €1.500,00 a.l. di cui 2/3 fissi ed 1/3 corrisposto in base alla valutazione

Sostituto del responsabile di Ufficio

Totale indennità da €1.000,00 a.l. ad €1.400,00 a.l. di cui 2/3 fissi ed 1/3 corrisposto in base alla valutazione

Responsabile del settore dell’area didattica, del settore dell’area scientifico-gestionale, del settore dell’area tecnica dei Dipartimenti

Totale indennità da €900,00 a.l. ad €1.100,00 di cui 2/3 fissi ed 1/3 corrisposto in base alla valutazione

Responsabile del settore dell’area didattica, del settore dell’area scientifico-gestionale, del settore dell’area tecnica dei Dipartimenti titolare di posizione organizzativa A.O.U. e/o inquadrato nel ruolo della dirigenza amministrativa A.O.U.

Totale indennità da €400,00 a.l. ad €600,00 di cui 2/3 fissi ed 1/3 corrisposto in base alla valutazione

Responsabile di sezione autonoma o interna a Ripartizione con particolari processi amministrativi di ordine economico-gestionale

Totale indennità da €900,00 a.l. ad €1.100,00 di cui 2/3 fissi ed 1/3 corrisposto in base alla valutazione

Responsabile di sezione, responsabile di attività bibliotecaria, responsabile di servizio tecnico

Totale indennità da €550,00 a.l. ad €750,00 di cui 2/3 fissi ed 1/3 corrisposto in base alla valutazione

Addetto al servizio di prevenzione e protezione

Totale indennità €750,00 di cui 2/3 fissi ed 1/3 corrisposto in base alla valutazione

Indennità di disagio e rischio e di responsabilità dei referenti

Per tali indennità per l’anno 2016 viene destinato lo stanziamento di € 61.640,00 l. oltre oneri a carico ente. Sono previste le seguenti tipologie di indennità con importo a.l. massimo pari ad

€280,00 a.l. corrisposti proporzionalmente alle giornate di effettiva presenza in servizio:

Indennità di disagio per custodi, bidelli, centralinisti, autisti e addetti al servizio esterno;

Indennità di rischio chimico biologico per i tecnici di laboratorio non destinatari dei benefici di cui all’art. 31 DPR 761/79 e/o art. 28 CCNL 2005;

Indennità di front office per il personale delle segreterie studenti e delle biblioteche che effettua per almeno 2/3 ore al giorno purché di pomeriggio attività di sportello.

Nei limiti dello stanziamento di cui sopra è prevista la corresponsione di una indennità annua lorda fino a un massimo di €. 280,00 per i referenti per particolari attività con incarico del Rettore e/o del Direttore Generale quali a titolo meramente esemplificativo: pubblicazione sito web, personale che effettua gli adempimenti SISTRI, ecc.…

Il suindicato ammontare è definito dal Direttore Generale in relazione alla responsabilità della particolare attività e all’impegno correlato.

Compensi diretti ad incentivare la performance (art. 88, co. 2, lett. d) CCNL 16/10/2008)

Per l’anno 2016 è stato stanziato l'ammontare di € 109.469,41 l. oltre oneri a carico ente per reinserire l'indennità di performance nell'ammontare di €.200,00 a.l., attribuita in proporzione all’esito della valutazione annuale effettuata secondo quanto previsto dal Sistema di valutazione per l’anno 2016. In particolare, per l’anno 2016 la valutazione terrà conto del raggiungimento degli obiettivi di struttura e/o individuali, dei comportamenti professionali ed organizzativi e del contributo ai risultati del superiore gerarchico. La valutazione sarà effettuata sulla base della seguente scala qualitativa:

✓ livello eccellenza: risultato complessivo superiore al 100 - premio pari al 100%

✓ livello target: risultato complessivo tra 80 e 100 - premio tra l’80% e il 100%

✓ livello intermedio: risultato complessivo tra 60 e 79 - premio tra il 60% e il 79%

✓ livello soglia: risultato complessivo tra 50 e 59 - premio tra il 50% e il 59%

✓ livello sotto soglia: risultato complessivo al di sotto di 50 - premio pari a 0.

Compensi ex art. 92 del D.lgs. 163/2006 s.m.i.

Per la prima volta l'Ateneo ha introdotto nel CCI la problematica degli incentivi alla progettazione ex art. 92 del D.lgs. 163/2006 s.m.i. Come sapete tale disciplina è stata abrogata dall'inizio del 2016 e integralmente rivista dall'art. 113 del D.Lgs n.50/2016. Seppur la disciplina proposta dalla delegazione di parte pubblica (sostenuta in sede di confronto solo dalla UIL) non fosse particolarmente impegnativa, abbiamo ritenuto di chiederne, ottenendolo, lo stralcio in attesa

di definire, in contrattazione integrativa, un apposito regolamento applicativo della nuova norma che possa consentire a tutti i possibili beneficiari da questa contemplati (e quindi nel caso di specie non solo i tecnici degli Uffici tecnici) l'erogazione dei compensi eventualmente spettanti.

In sostanza abbiamo ritenuto di non doverci limitare alla sola fattispecie prevista dall'abrogato art. 92 (il cui stanziamento previsto dall'Ateneo per l’anno 2016 é pari a € 44.875,18 l. oltre oneri a carico ente) e ciò anche in virtù delle osservazioni e degli indirizzi applicativi forniti sia dalla Corte dei Conti che dalla ANAC. Su questa fattispecie vi è l'impegno della scrivente a prestare la massima attenzione.

Residui non utilizzati

A valere sulle eventuali economie che si determineranno a seguito dell'applicazione del Contratto Integrativo, si è deciso di istituire una sorta di Fondo di Direzione attraverso il quale il Direttore Generale potrà premiare, con un compenso individuale ritenuto congruo, quelle professionalità che si sono distinte per la qualità delle prestazioni o per aver portato a termine un incarico non ricompreso tra quelli disciplinati in via ordinaria dal CCI.

Anche se a un'ora molto tarda e dopo quasi 5 ore di trattative occorse per chiudere il Contratto Integrativo 2016, abbiamo ritenuto non più procrastinabile la discussione del Regolamento disciplinante la gestione delle risorse finanziarie derivanti dalla partecipazione a Programmi Internazionali, Comunitari, Nazionali e Regionali per la Ricerca, Formazione e/o cooperazione. Pertanto con la determinazione che contraddistingue il nostro operato, la Federazione CISL Università si è fermamente opposta ad una ipotesi di rinvio della trattativa acquisendo, peraltro, l'assenso di altre OO.SS. (CISAL, FLC-CGIL e Snals). Si è, quindi, deciso di andare avanti ad oltranza.

A nostro avviso il regolamento proposto era significativamente migliore di quello elaborato qualche mese prima, almeno per quanto attiene alle quote di incentivo previste per il personale tutto (docenti e tecnici amministrativi) e doveva essere chiuso immediatamente anche per consentire la liquidazione di centinaia di migliaia di euro di compensi bloccati da circa tre anni per attività autorizzate e concluse ma non remunerate ancora.

Il confronto da noi testardamente voluto ha consentito di chiudere la partita in circa 15 minuti nei quali si sono apportate al testo proposto che riteniamo non sostanziali. Come da impegni assunti anche questa problematica è stata chiusa per quanto di competenza del Sindacato. Ci attiveremo dopo l'approvazione definitiva per consentire una celere liquidazione delle spettanze dovute nel rispetto, comunque, dei tempi minimi occorrenti agli Uffici competenti.

Sia il Contratto Integrativo 2016 che il predetto Regolamento dovrebbero essere portati il prossimo 19 dicembre all'approvazione del CdA. Sarà nostra cura dare ampia diffusione dei testi licenziati.

Nel mentre la dirigenza della scrivente Organizzazione Sindacale, Federazione CISL Università, resta comunque disponibile per eventuali chiarimenti che dovessero essere oggetto di richiesta di approfondimento da parte del personale interessato.

Con l'impegno di sempre.

Il Reggente

Francesco De Simone Sorrentino

Questo sito utilizza i cookie (files di testo) per esclusivi motivi tecnici e di navigazione. L'utente potrà disabilitarli attraverso il proprio browser. Chiudendo questo messaggio si autorizza quanto sopra.